Pineta Grande Hospital

Emodinamica

Responsabile: dott. Arturo Giordano






L’unità operativa di interventistica cardio vascolare dispone di 8 posti letto e si occupa attraverso il cateterismo, della diagnostica invasiva delle coronarie, del cuore e delle arterie periferiche, sia nelle patologie ischemiche che in quelle valvolari e muscolari. Oltre l’attività diagnostica, l’UO attraverso il sistema dell’angioplastica, provvede al trattamento delle coronarie, delle carotidi, delle arterie e di altri distretti con le tecniche endovascolari più moderne. Inoltre, si eseguono procedure di interventistica strutturale come valvuloplastiche della mitrale e dell’ aorta, chiusura dei difetti interatriali ed impianto percutaneo della valvola aortica.

Il primario dott. Arturo Giordano, che nel 2010 ha effettuato circa 2.000 procedure di cardiologia invasiva, presso la Clinica Pineta Grande ha impiantato circa 100 impianti di protesi valvolare aortica per via percutanea. Il disegno strategico della Direzione della Clinica Pineta Grande è quella di creare dei protocolli scientifici applicativi di richiamo in tutti i settori della Clinica e non monosettoriali, tali da rendere la struttura punto di riferimento internazionale. Innovativo è la nuova valvola aortica auto espandibile e’ stata utilizzata dal dott. Arturo Giordano e la sua equipe della Cardiologia Invasiva della Clinica Pineta Grande di Castelvolturno per trattare vari pazienti a affetti da restringimenti (stenosi) della valvola aortica invecchiata (degenerazione senile). Il restringimento della valvola aortica e’ abbastanza frequente negli anziani e causa sintomi gravi ed invalidanti che possono portare alla morte se non si interviene. Pur rimanendo l’intervento cardiochirurgico tradizionale la prima scelta, molti di questi pazienti anziani non possono accedervi per un elevato rischio operatorio legato a patologie associate e/o all’età avanzata. Con questa nuova tecnica, pazienti selezionati, possono accedere alla correzione del difetto valvolare senza l’apertura del torace. La nuova valvola biologica montata su di un catetere, viene introdotta attraverso una puntura dell’arteria femorale (all’inguine) e portata per via endovascolare fino al cuore dove viene posizionata in corrispondenza di quella ammalata per sostituirne la funzione.

La Cardiologia Invasiva della Clinica Pineta Grande diretta dal dott. A. Giordano è il centro pilota per l’Italia meridionale nell’ambito di un progetto nazionale per l’utilizzo di questa tecnica altamente innovativa di impianto delle valvole aortiche autoespandibili.

 





Copyright 2016, Powered by www.pinetagrande.it. All Rights Reserved