Caricamento

SalutedellaDonna2022-1200x1697.png

Dal 20 al 26 aprile, presso il Pineta Grande Hospital, si terrà la prima edizione della Settimana per la Salute della Donna: servizi gratuiti con l’obiettivo di promuovere l’informazione, la prevenzione e la cura al femminile. L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere ONDA, che ha premiato e riconosciuto il Pineta Grande Hospital come “ospedale vicino alle donne”.

Il Pineta Grande Hospital riserva sempre particolare attenzione alle specifiche esigenze dell’utenza femminile, con un elevato livello di umanizzazione delle cure.

Visite di prevenzione ginecologiche, senologiche, psicologiche, di nutrizione, screening per udito e voce con esame audiometrico e per osteoporosi con esame mineralometrico ad ultrasuoni. Inoltre un percorso medico-legale è sempre disponibile per le vittime di violenza e per le donne che vivono situazioni di disagio o si sentono in pericolo.

Un calendario ricco di appuntamenti imperdibili per tutte le età.

I posti sono limitati ed è possibile prenotare inviando un msg attraverso i nostri canali social, Facebook e Instagram.

L’iniziativa è realizzata con il patrocinio di Associazione Medici Diabetologi (AMD), Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (AOGOI), A.P.S. Senonetwork Italia, Società Italiana di Diabetologia (SID), Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), Società Italiana di Endocrinologia (SIE), Società Italiana di Fertilità (SIFES) e Medicina della Riproduzione (MR), Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), Società Italiana di Neurologia (SIN), Società Italiana di NeuroPsicoFarmacologia (SINPF), Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), Società Italiana dell’Obesità (SIO) Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS), Società Italiana di Pneumologia (SIP), Società Italiana di Psichiatria (SIP), Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare (SIPREC) e Società Italiana di Urodinamica (SIUD) e con il contributo incondizionato di Exact Sciences, Farmacie Apoteca Natura, Hologic, Lundbeck, Prodeco Pharma e Wave Pharma.

 


DSC_00601-1200x680.jpg

Presso il Pineta Grande Hospital è stato effettuato per la prima volta in Europa un intervento di protesi al ginocchio con un’innovativa tecnica di allineamento personalizzato dell’arto.

Si tratta di una tecnica che consente, attraverso dati e calcoli matematici, di definire sezioni di taglio personalizzate che si adattano precisamente alla geometria e alla forma del singolo paziente. L’operazione, perfettamente riuscita, è stata eseguita dal prof. Bruno Violante, specialista in Ortopedia e Traumatologia, e seguita dai soci fondatori della Lento Medical Innovation di Houston, azienda leader per tecniche innovative avanzate per la chirurgia ortopedica.

La Lento Medical Innovation di Houston ha sottoposto ad una serie di calcoli matematici i dati rilevati dalla risonanza magnetica dell’intero arto del paziente e ha definito le sezioni angolari e i livelli di profondità di taglio femorali e tibiali utili ad inserire l’impianto protesico secondo un allineamento personalizzato dell’intero arto inferiore (Boundary Alignement). Molteplici i vantaggi di questa innovativa tecnica, tra i quali certamente l’allineamento della gamba, l’assenza di deformità postoperatoria, l’inesistenza di fori nel femore, in quanto non necessaria alcuna linea guida fondamentale in altre tecniche chirurgiche, e i tempi di sala operatoria ridotti.

Schiavone: “E’ con grande orgoglio che accogliamo e presentiamo questo nuovo traguardo

Il Pineta Grande Hospital sostiene da sempre la ricerca e l’innovazione sanitaria ed è costantemente proiettato verso nuovi obiettivi – dichiara il dott. Vincenzo Schiavone, presidente del gruppo “La Nuova Domiziana s.p.a” di cui fa parte la struttura del litorale domitio -. E’ con grande orgoglio che accogliamo e presentiamo questo nuovo traguardo, risultato raggiunto grazie all’incessante ricerca e agli straordinari professionisti del Pineta Grande Hospital”.

 


newborn-1200x798.jpg

Presso il Pineta Grande Hospital è stato effettuato un intervento di cardiochirurgia per la chiusura del Dotto di Botallo ad un neonato prematuro.

Il piccolo S.C. è nato il 20 dicembre, alla 26^ settimana, con un peso di 980 grammi e per quasi un mese ha ricevuto le cure e le attenzioni della Terapia Intensiva Neonatale del Pineta Grande Hospital per la sua grave prematurità e la cardiopatia da cui è affetto e che è peggiorata negli ultimi giorni.

A seguito della richiesta di trasferimento che non ha trovato accoglimento da parte dell’Ospedale Monaldi di Napoli per mancanza di posti letto disponibili, non potendo procrastinare ulteriormente l’intervento, l’equipe della cardiochirurgia pediatrica dell’ospedale diretta dal dott. Guido Oppido, coadiuvata dal dott. Lucio Giordano e dalla dott.ssa Enza Roma responsabili della TIN del presidio ospedaliero del litorale domitio, ha eseguito l’operazione di chiusura del Dotto di Botallo al piccolo S.C. presso il Pineta Grande Hospital.

Il Pineta Grande Hospital con il proprio centro di eccellenza della Chirurgia Epato-Bilio-Pancreatica diretta dal prof. Fulvio Calise ha già una collaborazione scientifica attiva con l’Ospedale Monaldi. L’odierna collaborazione ha consentito ad un neonato di circa 1 kg di peso di proseguire il suo percorso verso la vita come tanti altri piccoli guerrieri della Terapia Intensiva Neonatale del Pineta Grande Hospital.

La sinergia tra l’Ospedale Monaldi e il Pineta Grande Hospital ha portato un eccellente risultato che rappresenta per la sanità della nostra regione un ulteriore importante traguardo di alta specializzazione. 


targa_1_bollino-1200x848.png

Il Pineta Grande Hospital è stato riconosciuto dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna Fondazione ONDA, “vicino alle donne”, ovvero una struttura che riserva particolare attenzione alle esigenze delle donne e offre servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili.


246783018_6351528008252484_4660538790172622592_n.jpg

 

Presso la “Città della Scienza” di Napoli, mercoledì 20 ottobre, il dottor Beniamino Schiavone, amministratore delegato del gruppo “La Nuova Domiziana s.p.a.”, holding che opera in sanità e ricerca della quale fanno parte sei strutture sanitarie in Campania tra cui “Pineta Grande Hospital”, ha ricevuto il premio “Industria Felix”: Alta Onorificenza di Bilancio per essere tra le migliori imprese a conduzione under 40 e crescita del patrimonio netto con ottima performance gestionale e affidabilità Cerved, con sede legale nella regione Campania.

Sono grato ad Industria Felix -ha dichiarato il dottor Beniamino Schiavone- per questo prestigioso riconoscimento che condivido con la mia famiglia e con i dipendenti del gruppo. Questo evento in presenza è un ulteriore passo nel percorso di rinascita e di ritorno alla normalità che tanto abbiamo atteso. Ma è anche un messaggio forte e chiaro per confermare quanto le imprese del mezzogiorno siano parte fondamentale del motore dell’economia del Paese”.

La quarta edizione regionale di Industria Felix è stata presentata dal giornalista e vice direttore di Rai 1 Angelo Mellone e dalla giornalista e conduttrice del Tg1 Maria Soave, introdotta con i saluti dell’assessore Antonio Marchiello, del presidente di Confindustria Campania Gianluigi Traettino, del componente del Gruppo tecnico Credito e Finanza di Confindustria Filippo Liverini, del vicepresidente di Confindustria Vito Grassi.

Sono seguiti poi gli interventi del senior manager dell’Investment Banking di Banca Mediolanum Marco Gabbiani e del private banker Michele Orlando, del partner di Ria Grant Thornton e responsabile dell’Area Sud e Isole Giampiero De Angelis, del chief business officer di Simest Massimo Bianchi, del vicepresidente del Sistema Moda Italia e presidente del Gruppo Moda di Assolombarda Carlo Palmieri e dell’amministratore unico della Sustainable development Michele Chieffi.

L’evento è stato organizzato da Industria Felix Magazine in co-organizzazione con l’assessorato alle Attività Produttive, Lavoro, Demanio e Patrimonio della Regione Campania tramite il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, Associazione culturale Industria Felix, con il patrocinio di Confindustria, Confindustria Campania, Simest (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti), le media partnership de Il Sole 24 Ore e Askanews, con le partnership di Banca Mediolanum, Mediolanum Private Banking, Grant Thornton, Lidl Italia, Sustainable Development.

Sempre nel 2021 Industria Felix, trimestrale di economia e finanza supplemento con Il Sole 24 Ore, dopo una dettagliata inchiesta realizzata in collaborazione con Cerved sui bilanci del 2019 di 850.000 società di capitali con sede in Italia, ha premiato il Pineta Grande Hospital per essere tra le Top Imprese con sede legale in Italia per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved del settore sanità.


GreenPass-1200x1697.jpg

A partire dal 6 settembre, per accedere al Pineta Grande Hospital sarà obbligatorio esibire il Green Pass. La certificazione verde sarà opportunamente verificata agli ingressi della struttura dal personale addetto che ne controllerà la validità nelle modalità previste dalla normativa vigente.
Nel caso in cui l’utente ne sia sprovvisto, è possibile ottenere un green pass temporaneo con validità di 48 ore effettuando un tampone molecolare o un test antigenico.
Restano valide le misure di prevenzione e contenimento della diffusione del Covid19 adottate finora (mascherine, distanziamento, igienizzazione delle mani).

PGH1-1200x1226.jpg

Il Pineta Grande Hospital è l’unica struttura ospedaliera in regione Campania – e tra le pochissime in Italia – ad essersi aggiudicata il robot intelligente autonomo in grado di garantire la disinfezione degli ambienti con un’efficacia del 99,99% su microorganismi patogeni, sia batteri che virus.

Il bando emanato dalla Commissione Europea ha premiato la qualità del lavoro della struttura relativo all’igiene e alla  sanificazione degli ambienti in pandemia, obiettivo strategico costante nell’operato del Pineta Grande Hospital necessario al contenimento delle infezioni ospedaliere, che in questo particolare momento storico risulta un’esigenza fondamentale per contrastare il diffondersi del COVID-19.

Progettato e certificato in Danimarca, il robot è stato utilizzato in circa 2000 ospedali cinesi durante la pandemia. UVD Robot, sistema di tecnologia avanzata altamente efficace per la disinfezione, è approdato ieri per la prima volta in Campania al Pineta Grande Hospital.

Grazie all’emissione di luce UV-C dall’azione germicida e ai sensori in grado di rilevare persone ed oggetti, il robot riesce a spostarsi tra le stanze ed eseguire la sanificazione, impiegando circa 15 minuti per ogni ambiente di medie dimensioni.

Il robot prevede una modalità autonoma, preimpostata attraverso un tablet, in grado di evitare scale ed ostacoli, e una modalità manuale, guidata da un operatore attraverso un joystick che permette di controllare a distanza la macchina.

Tecnologia, innovazione e prevenzione. Il Pineta Grande Hospital si è sempre distinto per l’adozione di rigidi protocolli per la sanificazione degli spazi, attraverso macchine di precisione e personale qualificato. L’acquisizione di questa nuova tecnologia si inserisce nel continuo processo di innovazione digitale e robotica del Pineta Grande Hospital, che già si avvale dell’intelligenza artificiale al fine di supportare il personale sanitario nelle attività ordinarie e straordinarie.


Immagine2.png

18Il Pineta Grande Hospital si conferma leader nel trattamento dei pazienti con cardiopatie strutturali, anche in quest’anno dominato dalla pandemia COVID-19.
Alla luce dei dati pubblicati dalla Società Italiana di Cardiologia Invasiva (SICI – GISE), che censisce l’attività di tutte le cardiologie interventistiche italiane, il PGH risulta l’unica struttura del centro-sud Italia presente nella top 10 dei centri che eseguono interventi transcatetere sia su valvole aortiche che su quelle mitraliche.
In particolare, si fa riferimento a malattie importanti e invalidanti come la stenosi aortica e l’insufficienza mitralica, che possono portare spesso a morte o a ricovero urgente.

Immagine.jpg

“Overview of Facebook use by hospitals in Italy: a nationwide survey during the COVID-19 Emergency” è il titolo dell’articolo redatto dai nostri ricercatori, guidati dal dott. Beniamino Schiavone, e pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale “Environmental Research and Public Health” (I.F. 3.390).
La pandemia che ci vede protagonisti, ha portato – soprattutto durante i periodi di lockdown – una maggiore presenza degli utenti sul web, in particolare sui social network. Questo strumento è stato davvero importante per le strutture sanitarie, soprattutto per comunicare le disposizioni relative alle norme anti Covid-19 adottate e da adottare.
Lo studio, oltre ad analizzare l’attività web degli ospedali, rappresenta un importante passo avanti per la ricerca scientifica, in quanto ha acceso i riflettori su una fonte di dati alternativa: l’analisi dei canali social.
Per saperne di più è possibile leggere la ricerca a questo link –>> https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34299676/

Russo1.jpg

Questa mattina, al Pineta Grande Hospital, sono stati effettuati due interventi complessi ed altamente innovativi di impianto protesico di spalla. La chirurgia è stata condotta dal prof. Raffaele Russo e dal prof. Ofer Levy, del Berkshire Hospital di Reading – Inghilterra – giunto al Pineta Grande per l’occasione.
Sono state impiantate due protesi di nuova generazione, mini-invasive, che permettono di risparmiare parti ossee fondamentali per una maggiore e più rapida ripresa della mobilità dell’arto del paziente.

logo Pineta Grande BIANCOsito

Social Network

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On Instagram

Pineta Grande Spa® 2021. Tutti i diritti riservati. Direttore Sanitario dott. Mario Borrelli